C’è un post che in queste ore viene condiviso e commentato con indignazione da diverse persone.

“Povera Italia” (Ma è accaduto in Francia) – I commenti
Oggi è morto il conducente d’autobus pestato da immigrati… continuano le morti silenziose di innocenti per le gioia dei buonisti.

Nel post non vi è alcun riferimento a:

  • Generalità della vittima.
  • Quando si sono svolti i fatti.
  • Dove si sono svolti i fatti.

Inoltre il post, datato 20 agosto, viene condiviso quotidianamente. Ogni giorno è “oggi”, e basterebbe già guardare la data del post originale per evitare di condividerlo, ma è pretendere troppo. La condivisione di questo post, che durerà presumibilmente per anni, ricorda altri post come la fake news: “Domani inizia la nuova regola di facebook”. Ogni giorno è “Domani”. Ogni giorno, da anni.

Anche la data del post è comunque sbagliata, visto che si riferisce a un fatto vero avvenuto in Francia, quando l’autista di un autobus è stato aggredito da due giovani ragazzi solo perché intendeva far rispettare le norme anti-Covid nel suo mezzo. L’autista è deceduto il 10 luglio 2020. Nei commenti al post qualcuno insinua che il fatto si sia verificato a Roma, altri a Firenze. Chi lo commenta e lo condivide. in fondo, sotto sotto vorrebbe che il fatto si fosse verificato in Italia. Ecco qualche commento: ogni tentativo di far notare che il fatto è avvenuto in Francia, fallisce miseramente, perché “è il concetto che conta”.

L’articolo “Povera Italia” (Ma è accaduto in Francia) – I commenti proviene da Analfabeti Funzionali.