Martedì 25 agosto 2020 la redazione di Facta ha ricevuto su Facebook una segnalazione che chiedeva di verificare le informazioni contenute in un post pubblicato il 24 agosto sul social network. Il post oggetto della nostra verifica contiene la foto di un uomo, vestito con un giubbotto mimetico, e un testo che recita: «Portavoce degli immigrati: “Giusti 15 anni per Salvini”. Cosa gli rispondiamo?».

Il riferimento è al caso Open Arms, la vicenda giudiziaria che vede il leader della Lega Matteo Salvini accusato dei reati di sequestro di persona e omissione di atti d’ufficio per aver impedito alla nave della ong spagnola Open Arms di attraccare al porto di Lampedusa nell’agosto del 2019, quando era ministro dell’Interno. Lo scorso 30 luglio il Senato della Repubblica ha concesso al Tribunale dei ministri di Palermo l’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, che adesso rischia fino a 15 anni di carcere.

La dichiarazione riportata nel post oggetto di verifica è falsa.

L’uomo ritratto nella foto è infatti il celebre rapper Drake – al quarantanovesimo posto tra le celebrità più ricche del mondo nel 2020 secondo Forbes – e non il «portavoce degli immigrati», posizione inesistente.

Precisiamo, infine, che il virgolettato «giusti 15 anni per Salvini» non compare su nessun organo di informazione e dunque non è riconducibile ad alcuna personalità nota.

L’articolo Quest’uomo non è il «portavoce degli immigrati», ma il rapper Drake e la citazione è falsa proviene da Facta.